Il calendario perpetuo

Il calendario perpetuo è una delle grandi complicazioni più classiche e ricercate nel mondo dell’orologeria. L’invenzione dell’ orologio portatile come uno strumento sufficientemente preciso divenne realtà non prima del XIV secolo, ma dobbiamo attendere la fine del XVIII secolo perché tutte le difficoltà del Calendario Gregoriano fossero superate nel 1795 Louis Breguet presentò un brevetto per un calendario perpetuo, ovvero un orologio da tasca in grado di seguire automaticamente lo scorrere dei mesi considerando la diversità dei giorni e contando così i 31, 30, 28 e ogni 4 anni i 29 giorni.calendario perpetuo2

Il calendario perpetuo rappresenta il perfezionamento del calendario quadriennale, riconoscendo la durata di tutti i mesi.

Deve essere regolato il primo marzo  di tutti gli anni di fine secolo recanti doppio zero terminale e non divisibili per 400.

In un orologio il calendario perpetuo necessita di essere regolato tre volte di fila ogni 100 anni.  Seguendo le regole del Calendario Gregoriano – ogni 400 anni l’anno bisestile viene cancellato per tre Secoli di fila e ristabilito al quarto Secolo. Ad esempio, nel 2100,2200,2300 l’anno bisestile verrà ignorato, mentre c’è stato nel 2000 e ci sarà nel 2400, 2800 e così via a salti di 400 anni.

 

Il calendario perpetuo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *