Il bilanciere

Nel 1675 Huyghens, per ovviare al difetto maggiore del movimento a pendolo e cioè di non poter esser trasportato senza  “perdere” il tempo,  ideò il bilanciere che sostituisce proprio il pendolo nel regolare l’avanzamento dello scappamento.

bilanciere

L’idea è semplice: sostituire al pendolo una ruota,  attaccata ad una molla che fa ruotare a senso alternato la ruota stessa   nell’avanzamento   dello   scappamento.  Al movimento alternato del pendolo si sostituisce in questo modo quello della ruota a molla.

Il bilanciere

CHE COS’È UN OROLOGIO GMT ?

Con la siglia “GMT” si intende “Greenwich Mean Time”. Questo punto rappresenta lo “0” sulla scala 24 ore di fusi orari internazionali. In relazione a  Greenwich, la città inglese, e alla convenzione per cui si parta da lì per definire i fusi orari dell’intero pianeta, gli altri fusi sono più (+) o meno (-) rispetto al GMT.

GMT

Questa complicazione consiste nell’ aggiunta di una seconda sfera delle ore azionata tramite un’ altra ruota ore indipendente e accompagnata da un secondo ruotino di rinvio. La complicazione GMT è stata inserita negli orologi in modo che i viaggiatori fossero in grado di sapere l’orario nel luogo di partenza e l’orario nel luogo di arrivo durante i loro viaggi. Rolex fu la prima casa orologiaia a produrre il primo orologio GMT realizzato per i piloti della PanAm Airways.
In foto il modello Rolex GMT Master Pepsi, per i colori.

CHE COS’È UN OROLOGIO GMT ?

Il calendario perpetuo

Il calendario perpetuo è una delle grandi complicazioni più classiche e ricercate nel mondo dell’orologeria. L’invenzione dell’ orologio portatile come uno strumento sufficientemente preciso divenne realtà non prima del XIV secolo, ma dobbiamo attendere la fine del XVIII secolo perché tutte le difficoltà del Calendario Gregoriano fossero superate nel 1795 Louis Breguet presentò un brevetto per un calendario perpetuo, ovvero un orologio da tasca in grado di seguire automaticamente lo scorrere dei mesi considerando la diversità dei giorni e contando così i 31, 30, 28 e ogni 4 anni i 29 giorni.calendario perpetuo2

Il calendario perpetuo rappresenta il perfezionamento del calendario quadriennale, riconoscendo la durata di tutti i mesi.

Deve essere regolato il primo marzo  di tutti gli anni di fine secolo recanti doppio zero terminale e non divisibili per 400.

In un orologio il calendario perpetuo necessita di essere regolato tre volte di fila ogni 100 anni.  Seguendo le regole del Calendario Gregoriano – ogni 400 anni l’anno bisestile viene cancellato per tre Secoli di fila e ristabilito al quarto Secolo. Ad esempio, nel 2100,2200,2300 l’anno bisestile verrà ignorato, mentre c’è stato nel 2000 e ci sarà nel 2400, 2800 e così via a salti di 400 anni.

 

Il calendario perpetuo

Il tourbillon

Il tourbillon è un meccanismo affascinante e molto apprezzato dagli appassionati. Alle volte appare con grande forza sul quadrante tramite una apposita apertura, mentre alcune Maison lo custodiscono celato dietro la protezione del quadrante, per tutelarne il buon funzionamento.

tourbillon

Nei moderni orologi da polso, il braccio di chi lo indossa produce l’effetto di un tourbillon naturale, poiché il bilanciere assume molteplici posizioni indipendentemente dalla posizione in cui questo sia fissato all’ interno del meccanismo.

Il tourbillon fu ideato nel fine Settecento da Abraham-Louis Breguet, che lo brevettò nel 1801. Con questa invenzione egli riuscì a migliorare notevolmente la precisione di marcia dell’orologio da tasca. tourbillon

Perché gli orologi con tourbillon sono così preziosi? Il tourbillon è un meccanismo piccolo e particolarmente delicato: il suo assemblaggio e la successiva regolazione sono procedimenti lunghi e complessi, cui si deve aggiungere la finitura delle parti che lo compongono, in molti casi lucidate a specchio con un lavoro artigianale che non può in alcun modo essere sostituito da una macchina.  

Il tourbillon

Baselword 2018, quali novità?

Punta sulla comunicazione la più grande fiera del settore Orologi.

Quest’anno i visitatori potranno sfruttare la tecnologia chatbot che permetterà di ricevere le notizie, profilate per interessi, in tempo reale.

Impressions H1-0
In tema di orologi è Omega a svelare in anteprima le novità che presenterà al Baselword: i nuovi  Omega Seamaster Olympic Games.

Gli orologi celebrano i giochi olimpici e ricordando che per ben 27 anni Omega è stata l’azienda cronometrista ufficiale dell’evento. I colori rimandano ai colori dei cerchi olimpici le forme invece si ispirano al look del passato.
Sul fondello sono incise le città che hanno ospitato i giochi cronometrati da Omega.

olympic-games-collection-39-5mm-1198x673

Un espediente per raccontare anche una parte della storia della maison svizzera che inizia nel 1932 a far parte dei giochi olimpici.

Scopri di più sul sito ufficiale Omega

Baselword 2018, quali novità?

Celestia Astronomical Grand Complication

È stato presentato ieri l’orologio più complicato al mondo, un Vacheron Constantin  pezzo unico realizzato in 5 anni da un unico maestro orologiaio.

Non è un semplice orologio ma un Grand Complication con un totale di 23 complicazioni ottenute con solo 514 elementi.

vacheron-les-cabinotiers-3600-750x750ll Celestia Astronomical Grand Complication 3600 ha un Calibro di soli 8,7 mm, il quadrante in ardesia e gli indici applicati con le lancette in oro.
Ecco le funzioni ottenute con le 23 complicazioni:

  • ore e minuti
  • calendario perpetuo
  • indicazione giorno/notte
  • fasi lunari
  • età della luna
  • equazione del tempo mobile
  • ora di alba e tramonto
  • durata di giorno e notte
  • durata di stagioni
  • durata di solstizi
  • durata di equinozi
  • durata dei segni zodiacali
  • indicatore del livello di maree
  • congiunzione Sole-Terra-Luna opposizione e quadratura
  • carta celeste trasparente dell’emisfero boreale con indicazione della Via Lattea dell’eclittica e dell’equatore celeste
  • ore e minuti del tempo siderale
  • tourbillon
  • indicazione della riserva di carica di 3 settimane (6 bariletti)

Essendo un pezzo unico non ha molto senso chiedersi il prezzo, il suo valore è inestimabile.

Maggiori info

vacheron-calibre-3600-sidevacheron-calibre-3600-front

 

Celestia Astronomical Grand Complication

Policromia, l’orologio realizzato da Fendi

Policromia è  l’orologio di haute joaillerie disegnato da Delfina Delettrez Fendi giovane designer di gioielli e figlia di Silvia Venturini Fendi.
Un vero tributo a Roma e a Fendi,  Grazie alla continua alternanza di volumi pieni e vuoti, Policromia si armonizza alla perfezione con il Palazzo della Civiltà Italiana, headquarter romano della maison: le eleganti forme ellittiche si sovrappongono sul quadrante, ispirandosi allo storico edificio.

policromia_video_frame_digitalLa malachite, trademark di Delfina Delettrez Fendi, conferisce a Policromia un’estetica inaspettata, elegante e concettuale dal tocco quasi surrealista, in perfetta armonia con il DNA di Fendi. La collezione di orologi Policromia comprende venti modelli diversi in oro bianco e giallo con malachite e madreperla verde o lapislazzuli e madreperla blu.

I cinturini in alligatore sono realizzati rigorosamente a mano negli atelier della Maison romana e rifiniti da fibbie in oro 18 carati.
L’orologio è presentato in un esclusivo video 3D di Daniel Sannwald, che coniuga innovazione e antichità classica attraverso audaci effetti grafici in cui Delfina Delettrez Fendi assume le sembianze di una statua, una dea che vive in un mondo lontano, mentre il Palazzo della Civiltà Italiana diventa il luogo magico in cui prendono vita le sue creazioni.

Guarda il video

Policromia, l’orologio realizzato da Fendi

Zenith El Primero Skeleton Tribute to The Rolling Stones Limited Edition

Cosa hanno in comune il famoso gruppo rock e l’orologio Zenith 3?
Sicuramente l’anno. Nel 1969 venne presentato il calibro Zenith El Primero il primo movimento cronografo a carica automatica al mondo e sempre in quell’anno anno il gruppo rock inglese raggiunse il picco del successo.

Dopo i primi esemplari  è ora la volta dello Zenith el Primero Skeleton Tribute to the Rolling Stones (250 esemplari) con cassa dal diametro di 45 millimetri realizzata in ceramica nera, materiale usato per la prima volta nella gamma Zenith.zenith

Il calibro è El Primero 400B, movimento con ruota a colonne e massa oscillante che su questa referenza sfoggia il mitico logo rosso dei Rolling Stones rifinito con motivo Côtes de Genève. Sviluppato da Zenith nel 1969, questo iconico calibro meccanico offre le funzioni ore e minuti centrali, piccoli secondi, cronografo, tachimetro e datario.
L’autonomia di marcia è di oltre 50 ore.
Il display scheletrato esibisce lancette che evocano le chitarre elettriche Fender Telecaster degli Anni 50 e indici delle ore nichelati luminescenti.
Il rosso della lancetta centrale dei secondi con punta a stella riprende il colore del datario mentre la famosa “linguaccia”di Mick Jagger viene proposta sul disco dei secondi e ruota come un disco di vinile sul giradischi.

Impermeabile fino a -100 metri, questo cronografo rockettaro è proposto con un cinturino in pelle di vitello nero con impunture rosse a contrasto e richiami rock’n’roll stampati a caldo. La tripla fibbia déployante è in titanio PVD nero.

Zenith El Primero Skeleton Tribute to The Rolling Stones Limited Edition

Il “Reverso” di Christian Louboutin

Christian Louboutin interpreta Reverso, l’orologio icona di Jaeger-LeCoultre al suo 85º anniversario. Dall’incontro inaspettato di due mondi lontani nasce un gioiello inedito, un orologio dai quadranti cangianti o a specchio. l’iconico Reverso, di cui quest’anno ricorre peraltro l’ottantacinquesimo anniversario

christian_louboutin_orologi6

Daniel Riedo, ceo di Jaeger-LeCoultre, storica e prestigiosa manifattura orologiera con atelier a Vallée de Joux in Svizzera, fondata da Antoine LeCoultre nel 1833 racconta, «abbiamo avuto molte occasioni di scambio con Christian Louboutin. Il contatto tra i due “environments” può sembrare insolito, ma quello che stavamo cercando era proprio un “effetto sorpresa”. L’expertise, la ricerca della perfezione e la creatività legano autenticamente i nostri due mondi».

Christian Louboutin, shoe designer di fama internazionale con le sue glamour scarpe dalla suola rossa incrocia il gusto particolarissimo per la lavorazione dei materiali, la passione per i dettagli e per l’equilibrio dell’azienda svizzera tanto da dichiarare  «C’è un profondo parallelismo tra il mio lavoro e quello dell’orologiaio », dichiara Louboutin, «spesso le persone mi domandano come sia possibile rendere sempre diversa una superficie così piccola come quella di una scarpa. Rispondo che è sufficiente concentrare il lavoro sui molti, piccoli dettagli che possono fare la differenza. Per me ogni calzatura ha una superficie enorme, con grandissime possibilità di esprimere qualcosa di unico: esattamente come succede con un orologio ».

Il risultato conta sette quadranti e dieci cinturini, scaturiti dall’elaborazione di quattro moodboard incentrati ciascuno su uno specifico concetto: il colore, la texture, il dettaglioornamento, la trasparenza. Disegnato da René-Alfred Chauvot e prodotto nel 1931 per i soldati inglesi di stanza in India che trascorrevano il tempo libero giocando a polo senza voler togliere l’orologio, il segnatempo con cassa ribaltabile acquista dunque un tocco di esuberanza e una notevole dose di femminilità. Il progetto si inserisce nell’ambito di “Atelier Reverso”, una vera experience, di composizione e quindi di personalizzazione dell’orologio, realizzabile in boutique. Tra le opzioni Louboutin, la combinazione “Scarababe”, ispirata all’opalescenza e ai colori del guscio dello scarabeo, con quadrante a effetto cangiante solarizzato, cassa in acciaio e diamanti, cinturino iridescente dégradé dalle sfumature sottili e inaspettate, come quelle delle luci di Hong Kong riflesse sulle acque della sua baia. Trasparenza al centro invece quando il designer ha voluto «dare l’illusione che l’orologio galleggiasse magicamente sul polso»: il cinturino di plastica cristallina è accostato a un quadrante a specchio. Un gioco di “en pendant” o di contrasti aperto a tutti, ma in un’ottica limited, perché quadranti e cinturini by Louboutin saranno in collezione solo per un anno.

Il “Reverso” di Christian Louboutin

Orologi Nucleari

Risale agli anni ‘50 il primo orologio atomico, e già allora sbagliava un centomillesimo di secondo al giorno.

orologio-nucleare

Gli eccezionali risultati lasciavano presagire le eccezionali prestazioni che avrebbe potuto dare negli anni grazie al supporto dello sviluppo della fisica atomica e dell’ottica quantistica.

Oggi infatti gli ultimi orologi atomici accumulano 1 secondo di errore ogni 15 miliari di anni.

Risultato eccellente oltre il quale sarà difficile andare, per questo motivo le più recenti sperimentazioni usano i nuclei, sistemi quantistici più piccoli degli atomi.

Numerose le applicazioni in campo scientifico in primis quella relativa al rallentamento gravitazionale del tempo, la teoria einsteiniana secondo la quale un orologio posto in basso, dove la gravità terrestre è più intensa, va più lento di un orologio posto in alto. Gli orologi nucleari permetteranno di misurare il diverso scorrere del tempo addirittura su scale sub millimetriche contro gli atomici su dislivelli di alcuni centimetri e contro i primi orologi degli anni Settanta che verificarono questo fenomeno su dislivelli di chilometri.

In futuro potrebbero essere usati anche come sensori di gravità per misurare le disomogeneità della crosta terrestre o persino per monitorare i movimenti magmatici dei vulcani e, eventualmente, prevederne le eruzioni.

Orologi Nucleari